VIDEO – “Because who is perfect?”

“Quando si smette di esortare le persone a essere perfette, è possibile considerarle per quello che sono veramente” – Donald Miller

La società odierna è immersa nel culto dell’esteriorità, dell’apparenza, della bellezza. Ogni giorno siamo bombardati da stimoli, immagini, figure, rappresentazioni impregnate di pregiudizi e stereotipi e che fanno della perfezione e della bellezza, peraltro utopistica e inarrivabile, i canoni principali di valutazione dell’essere umano. Finchè si rimane ancorati allo stereotipo della bellezza e dell’apparenza risulta impossibile vedere l’interiorità, ciò che vi è al-di-là dell’aspetto, della “vetrina”. Questa cristallizzazione non permette di iniziare così il viaggio alla scoperta della propria profondità, della propria personalità.

Tra le maggiori vittime di stereotipi e pregiudizi vi sono proprio i soggetti con disabilità perchè -pregiudizio e stereotipo fanno dell’handicap, qualcosa che serve per racchiudere in un cerchio chiuso uno “scarto” d’umanità: i “diversi”-.

Per limitare e ridurre gli stereotipi e i pregiudizi  è fondamentale fornire alternative di pensiero, di comportamento, di espressione.

La Pro Infirmis, un’associazione svizzera che opera in sostegno di soggetti affetti da disabilità, ha creato la campagna “Because who is perfect?”. In questo video, i vistosi e perfetti manichini di alcuni negozi di Zurigo sono stati sostituiti da altri “fatti su misura”.

Se ti è piaciuto questo contenuto, credi nell’importanza della diffusione della Cultura Psicologica, ti interessa partecipare e/o sostenere il nostro progetto puoi associarti cliccando QUI