CULTURA PSICOLOGICA – Il test di Rorschach, in versione barbarica

Woody-AllenOggi parliamo di… test!
Come molti avranno visto o letto, nella scorsa puntata de “Le invasioni Barbariche”, Daria Bignardi ha “scherzosamente somministrato” alcune tavole del test di Rorschach ad una degli ospiti della serata, la cantante Arisa.

La cinematografia ha in più occasioni proposto differenti consegne del noto reattivo con l’obiettivo, al solo servizio dell’intrattenimento scenico, di veicolare le classiche e stereotipate immagini dello psicoanalista con barba e lettino e del paziente più o meno nevrotico. “Il test delle macchie d’inchiostro”, in virtù della sua apparente “casualità”, si presta certamente più di un MMPI-2 o di una SCL-90 a questo tipo di riferimenti, e probabilmente la nota conduttrice ha cavalcato la stessa scia.

Quello che però è successo, più o meno tra le righe, è non solo l’avere mostrato alcune tavole alle migliaia di persone che hanno seguito il programma e averne sancito una superficialissima traduzione (“Questa è una cosa molto positiva perché questa è la tavola…”), ma soprattutto l’aver dimenticato che la somministrazione dei test richiede uno studio e una professionalità che è quella psicologica, contribuendo ad inviare ad un uditorio, certamente nazional-popolare e fisiologicamente poco attento a questi temi, un messaggio scorretto e fuorviante.

Per questo motivo, come associazione che intende promuovere la cultura e la professionalità psicologica nelle sue numerose declinazioni, ci auguriamo che questo episodio, al di là delle facili polemiche e del fatto che la signora Bignardi sia solo uno dei tanti casi del genere, possa essere uno spunto per riflettere come categoria sulle nostre specifiche competenze, troppo spesso superficialmente determinate, e, verso l’esterno, contribuire ad una discussione scevra da luoghi comuni e pregiudizi e soprattutto “informata” sul mestiere dello psicologo.

QUI trovate il commento della prof.ssa Laura Parolin, Associata del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e segretario dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia, sulla pagina Facebook di Daria Bignardi.

QUI, il comunicato dell’Ordine Nazionale degli Psicologi.

Se ti è piaciuto questo contenuto, credi nell’importanza della diffusione della Cultura Psicologica, ti interessa partecipare e/o sostenere il nostro progetto puoi associarti cliccando QUI

2 commenti su “CULTURA PSICOLOGICA – Il test di Rorschach, in versione barbarica

  1. Buona giornata!
    Sono psicologa e sono in viaggio qui a Milano bisogno di comprare schede Rorschach , è dirmi dove posso trovare ?
    Grazie mille

I Commenti sono chiusi.